Regolamento

FREQUENZA

  • È richiesta la frequenza regolare delle lezioni per un buon rendimento scolastico del bambino e della intera classe.
  • È opportuno avvertire la Direzione in caso di assenza del bambino, all’inizio della prima giornata.
  • È necessario il certificato medico dopo un’assenza di oltre 5 giorni.
  • Le assenze programmate devono essere segnalate in anticipo alla scuola.
  • Per le classi della scuola primaria, è richiesta la PUNTUALITA’ in entrata e in uscita in rispetto dell’inizio(ore 8:30) e della fine(ore 13:30) delle lezioni. In caso di occasionale ritardo, il genitore è pregato di consegnare il bambino all’insegnante di accoglienza evitando di accedere alle classe per non disturbare le lezioni e le attività già cominciate. Il rispetto e l’educazione alla puntualità è essenziale per il funzionamento della scuola e per la crescita del bambino.
  • È opportuno avvisare tempestivamente la Direzione se, per qualche imprevisto, il bambino sarà ritirato da una figura diversa dal genitore. In tale circostanza occorre un’autorizzazione scritta e un documento di riconoscimento.

ALLERGIE, INTOLLERANZE, MALATTIE

  • Al momento dell’iscrizione è necessario segnalare varie allergie, intolleranze, malesseri o rischi patologici del bambino.
  • Si fa divieto di portare farmaci a scuola, eccetto quelli “salvavita”, che devono essere consegnati all’insegnante responsabile per la custodia antinfortunistica e con le opportune prescrizioni mediche.
  • In caso di lieve infortunio o malessere, il primo soccorso è prestato dal personale della scuola. Il genitore sarà immediatamente avvisato se il bambino necessita di un ambiente più protettivo o se il disagio non può essere adeguatamente trattato a scuola. In caso di emergenze il bambino è accompagnato al Pronto Soccorso.
  • Tutti  gli alunni sono  coperti  da  polizze  assicurative  stipulate  dalla  scuola  per  i  casi  di  infortunio che possono verificarsi a scuola o durante le uscite scolastiche.

REFEZIONE

  • Il menù della mensa scolastica è redatto ogni mese da un esperto nutrizionista, rispettando i valori calorici, proteici e lipidici adatti alla loro età e preferendo verdure e frutta di stagione.
  • Il tempo di refezione scolastica è inteso come momento educativo in cui gli educatori si impegnano a seguire il bambino in un corretto comportamento a tavola. Ad ogni fine pasto i bambini sono invitati a lasciare i tavoli puliti e ordinati.
  • Gli educatori incoraggiano, senza mai forzare, ad assaggiare il cibo a loro destinato, imparando a non farne alcuno spreco.
  • Il pasto è composto da un primo, un secondo con contorno, un panino, frutta o succo e dolce(una volta al mese).
  • Le pietanze sono preparate da una mensa esterna alla Scuola e vengono controllate e certificate dall’ECOLAB G.M. ’65 S.r.l.

COMPORTAMENTO

  • È possibile festeggiare il compleanno a Scuola con dolci e caramelle prendendo accordi con la Direzione e tenendo presente delle diverse intolleranze e allergie dei compagni di classe.
  • È vietato l’utilizzo del chewing gum a Scuola.
  • L’alunno è tenuto al rispetto  del materiale scolastico messo a disposizione dalla scuola(libri, banchi, giostre, giocattoli, attrezzature sportive, etc.)
  • È vietato a tutti gli alunni:
    • correre e gridare nei corridoi;
    • fare scherzi molesti e pericolosi ai compagni;
    • portare giochi a Scuola (fatta eccezione per l’oggetto transizionale)

INDICAZIONI SICUREZZA COVID-19

Indicazioni di sicurezza:

 Controlla tuo figlio ogni mattina per evidenziare segni di malessere. Se ha una temperatura superiore a 37,5 gradi o superiore, non può andare a scuola.

 Assicurati che non abbia mal di gola o altri segni di malattia, come tosse, diarrea, mal di testa, vomito o dolori muscolari. Se non è in buona salute non può andare a scuola.

 Se ha avuto contatto con un caso COVID−19, non può andare a scuola. Segui con scrupolo le indicazioni della Sanità sulla quarantena.

 Se non lo hai già fatto, informa la scuola su quali persone contattare in caso tuo figlio non si senta bene a scuola: Nomi, Cognomi telefoni fissi o cellulari, luoghi di lavoro, ogni ulteriore informazione utile a rendere celere il contatto.

 A casa, pratica e fai praticare le corrette tecniche di lavaggio delle mani, soprattutto prima e dopo aver mangiato, starnutito, tossito, prima di regolare la mascherina e spiega a tuo figlio perché è importante. Se si tratta di un bambino, rendilo divertente.

 Procura a tuo figlio una bottiglietta di acqua identificabile con nome e cognome.

 Sviluppa le routine quotidiane prima e dopo la scuola, ad esempio stabilendo con esattezza le cose da mettere nello zaino per la scuola al mattino (come disinfettante personale per le mani e una mascherina in più) e le cose da fare quando si torna a casa (lavarsi le mani immediatamente, dove riporre la mascherina a seconda che sia monouso o lavabile; …)

 Parla con tuo figlio delle precauzioni da prendere a scuola: o Lavare e disinfettare le mani più spesso. o Mantenere la distanza fisica dagli altri studenti. o Indossare la mascherina. o Evitare di condividere oggetti con altri studenti, tra cui bottiglie d'acqua, dispositivi, strumenti di scrittura, libri... o ...

 Informati su come la scuola comunicherà alle famiglie un eventuale caso di contagio da COVID−19 e sulle regole che in questi casi verranno seguite.

● Pianificare e organizzare il trasporto di tuo figlio per e dalla scuola:

○ Se tuo figlio utilizza un mezzo pubblico (treno, autobus, trasporto scolastico) preparalo ad indossare sempre la mascherina e a non toccarsi il viso con le mani senza prima averle prima disinfettate. Se è piccolo, spiegagli che non può mettersi le mani in bocca. Accertati che abbia compreso l’importanza di rispettare le regole da seguire a bordo (posti a sedere, posti in piedi, distanziamenti, ... Queste regole devono essere comunicate da chi organizza il trasporto pubblico). ○ Se va in auto con altri compagni, accompagnato dai genitori di uno di questi, spiegagli che deve sempre seguire le regole: mascherina, distanziamento, pulizia delle mani.

 Rafforza il concetto di distanziamento fisico, di pulizia e di uso della mascherina, dando sempre il buon esempio.

 Informati sulle regole adottate dalla scuola per l'educazione fisica e le attività libere (ad esempio, la ricreazione) e sulle regole della mensa, in modo da presentarle a tuo figlio e sostenerle, chiedendogli di rispettarle con scrupolo.

 Tieni a casa una scorta di mascherine per poterle cambiare ogni volta che sia necessario. Fornisci a tuo figlio una mascherina di ricambio nello zaino, chiusa in un contenitore. Se fornisci mascherine riutilizzabili, fornisci anche un sacchetto dentro cui riporre quella usata per portarla a casa per essere lavata.

 Se usi mascherine di cotone riutilizzabili, esse devono: o coprire naso e bocca e l’inizio delle guance o essere fissate con lacci alle orecchie o avere almeno due strati di tessuto o consentire la respirazione o essere lavabili con sapone a mano o in lavatrice ed essere stirate (il vapore a 90˚ è un ottimo disinfettante naturale e senza controindicazioni).

 Se fornisci a tuo figlio delle mascherine di stoffa, fai in modo che siano riconoscibili e non possano essere confuse con quelle di altri allievi.

 Allena tuo figlio a togliere e mettere la mascherina toccando soltanto i lacci.

 Spiega a tuo figlio che a scuola potrebbe incontrare dei compagni che non possono mettere la mascherina. Di conseguenza lui deve mantenere la distanza di sicurezza, deve tenere la mascherina e seguire le indicazioni degli insegnanti.

 Prendi in considerazione l'idea di fornire a tuo figlio un contenitore (ad es. un sacchetto sigillato etichettato) da portare a scuola per riporre la mascherina quando mangia; assicurati che sappia che non deve appoggiare la mascherina su qualsiasi superficie, né sporcarla.

 Se hai un bambino piccolo, preparalo al fatto che la scuola avrà un aspetto diverso (ad es. banchi distanti tra loro, insegnanti che mantengono le distanze fisiche, possibilità di stare in classe a pranzo).

 Dopo il rientro a scuola informati su come vanno le cose e sulle interazioni con compagni di classe e insegnanti. Scopri come si sente tuo figlio e se si sente spiazzato dalle novità. Aiutalo ad elaborare eventuali disagi; se ti segnala comportamenti non adeguati da parte di altri allievi, parlane subito con gli insegnanti e con il Dirigente Scolastico.

 Fai attenzione a cambiamenti nel comportamento come eccessivo pianto o irritazione, eccessiva preoccupazione o tristezza, cattive abitudini alimentari o del sonno, difficoltà di concentrazione, che possono essere segni di stress e ansia. Però attenzione a non essere tu a trasmettere stress e ansia o preoccupazioni oltre misura.


© 2017 Infanzia Serena Scuola bilingue s.r.l. - P.IVA: 04838370650 - All Rights Reserved.

Sviluppo: MB Consulenze